Campionati Svizzeri Giovanili 2014

BY IN News NO COMMENTS YET

“Ready for Schaffausen”…. Questo era il titolo della fotografie di squadra  degli atleti NUM  fatte alcuni giorni prima dei campionati Svizzeri giovanili in scena proprio  a Schaffausen, e prontissimi i si sono fatti trovare !!!

Un risultato di squadra  esaltante che ci ha portato addirittura  a vincere la classifica a punti maschile e classificarsi al 7° posto della generale.

Se alcuni podi erano preventivabili,  ma nello sport niente è scontato, altri sono stati assolute sorprese cosi che il bottino finale NUM parla di 8 medaglie d’oro, 7 medaglie d’argento e 3 di bronzo per uno stupefacente totale di 18 podi che hanno permesso al sodalizio MOMO di raggiungere la quinta posizione nel medagliere.

Robert Spichiger (2 ori, 3 argenti e 1 bronzo) e Dario Xhanino (5 ori) sono gli atleti che più hanno contribuito al medagliere.

La precedenza cronistica è doverosa darla al 14enne di Tremona in virtù del record svizzero di categoria  nei 200 delfino, gara nella quale Dario Xhanino ha fatto fermare il cronometro a 2,12,63, tempo che vale la qualifica per la nazionale.

Sfruttando  lo stato di forma stellare Dario si è  poi aggiudicato anche i 100, 200, 400 stile libero e 100 delfino migliorando tutti i propri record personali!!!

Grande campionato anche per Robert Spichiger che nei 200 dorso e 400 misti (con il nuovo record sociale) ha sbaragliato il campo dei pari età  vincendo, con tempi da nazionale, il titolo della categoria 16 anni.

Robert ha poi aggiunto al suo bottino anche le medaglie d’argento nei 100 dorso, 200 misti (con relativi due record sociali) e 200 rana e la medaglia di bronzo nei 400 stile libero (anche qui con il nuovo record sociale).

Restando al settore maschile, gradino  più alto del podio per Nathan Cassoni nei 200 rana, gara nella quale, per poterla vincere, ha dovuto stracciare il proprio record personale portandolo a 2.47.32.

Anche nella distanza più breve Nathan si è superato arrivando alla medaglia d’argento!

Medaglia d’argento che nella stessa gara, i 100 rana, è andato a prendersi il più giovane della spedizione NUM,  Zeno Ruggiero ,che portando il suo personale a 1.20.44 ha insidiato fino la fine la vittoria al dominatore della sua categoria ovvero, Antonio Djakovic di Frauenfeld.

Per Zeno inoltre ottimi quinti posti nei 200 rana e 200 misti.

E veniamo all’ultima, ma senza dubbio la più sorprendente medaglia del settore maschile, la medaglia di bronzo nella 4 x 200 stile.

Robert  Spichiger, Elia Riva, Alex Caccia e Dario Xhanino hanno sorpreso ed emozionato tutti nuotando in corsia 7 e andando a toccare in 8.26.00, nuovo record sociale che ha permesso ai quattro di salire sul terzo gradino!

Le medaglie dal settore femminile sono arrivate da Gaia Ceresola, autrice di uno splendido campionato, aumentando di una medaglia il bottino dell’anno scorso e col rammarico di una medaglia di bronzo lasciata per qualche centesimo nei 200 misti.

Gaia, miglioratasi in tutte le gare, dimostrando appieno il proprio valore ha messo al proprio collo la medaglia d’argento nei 100 e 200 dorso e la medaglia di bronzo nei 400 stile libero dando veramente  filo da torcere  alle vincitrici.

Ma la spedizione NUM è stata un successo non solo per i podi raggiunti, ma anche e soprattutto, per i progressi  tecnici e cronometrici messi in mostra da tutti gli atleti.

Nello specifico Elia Riva, pur fermandosi ai piedi del podio sia nei 200 dorso che nei 400 stile, ha sfornato una serie di tempi in tutte le gare in cui era impegnato che fanno presagire un futuro molto interessante per lui.

Record personali anche per Alex Caccia nei 200 e 400 stile libero con la grandissima soddisfazione di essere stato fondamentale nella staffetta di bronzo.

Un bravo particolare a Matteo De Lorenzi che si è classificato 8° nei 100 dorso e che da capitano ha dato la carica ai più giovani.

Nel settore femminile, oltre a Gaia Ceresola,  i complimenti  vanno alle matricole  Elisa Viviani e Siria Rivera che hanno sfiorato più volte la finale e, nel caso di Elisa, raggiungendo l’8° posto nei 400 stile libero.

A Nicole Canonico e Isabelle Messina questa rassegna nazionale ha dato conferma che entrambi hanno tutte le  possibilità per  confrontarsi in futuro con le migliori.

A Céline Piacentini e Francesca Giorgetti un plauso particolare per essersi messe in gioco e a disposizione della squadra, nonostante malanni fisici e uno stato di forma precario hanno condizionato le loro prestazioni.

Per  finire, dopo questi splendidi risultati,  non ci  resta  che rinnovare i complimenti a tutti i protagonisti  augurare delle BUONE E MERITATE VACANZE!!!!